sabato 19 gennaio 2013

Se ricalcolando

Sarebbe un mondo migliore se ogni compagnia telefonica (o almeno UNA compagnia telefonica) analizzasse automaticamente il traffico effettuato da ogni cliente e prima di emettere la fattura e ne ricalcolasse il costo complessivo (traffico, promozioni e canone) applicando il piano e le promozioni più convenienti per cliente tra i molti previsti nell'ampio catalogo della compagnia. Non sarebbe una piccola rivoluzione?

Parte la sfida al mondo delle telecomunicazioni: c'è qualcuno che lo farà? Lanciamo una seria campagna finché almeno una di loro non adotterà questa politica?

Obiezioni sparse:
1) Sì ma poi la compagnia cosa ci guadagna?
Ci guadagna soprattutto un botto di clienti (a spese dei concorrenti) a quali viene risparmiato non solo il faticosissimo processo di scelta del piano più idoneo, ma soprattutto il costo dell'eventuale scelta del piano non ideale per il traffico effettuato. Ci guadagna anche un sacco di ore-uomo (a chi è capitato di chiamare i call center di supporto o di frequentare i negozi delle compagnie telefoniche sa quanto tempo viene speso a illustrare ai vari clienti i vantaggi dell'uno e dell'altro piano).
Inoltre renderebbe più chiara la comunicazione pubblicitaria: quante volte di fronte a offerte complessissime noi clienti non siamo assolutamente in grado di capire se l'offerta ci permetterebbe davvero di risparmiare.
2) Ma è possibile tecnicamente farlo?
Siamo nel 2013 e l'informatica qualche passo avanti l'ha fatto. In qualche caso le compagnie già offrono al cliente il ricalcolo del traffico. Ricordo che quando sono stato in Cina per le Olimpiadi attivai una promozione per l'estero a metà della mia permanenza. Al momento di emettere la fattura la compagnia si accorse che per i primi giorni non coperti dalla promozione avevo speso uno sproposito e pur di fidelizzare il cliente, mi offrì di sua iniziativa il ricalcolo dei costi come se avessi attivato la promozione dal primo giorno. Insomma: se lo vogliono sono in grado di farlo.
3) Se fosse possibile l'avrebbero già fatto: questa mossa metterebbe sotto scacco tutti i loro concorrenti. Se non l'hanno fatto evidentemente c'è qualche aspetto tecnico o legale che noi non conosciameo che gli impedisce di farlo.
O magari, sotto sotto, c'è qualcosa di simile a un accordo di cartello? Non dico proprio cartello-cartello (e qui mi rivolgo agli avvocati delle compagnie). Come quando due squadre a fine stagione non si mettono d'accordo esplicitamente a pareggiare. Basta che si guardino negli occhi. Insomma non un cartello, un cartellino. Rosso.

1 commento:

Giovanni Barcaro ha detto...

L'idea sarebbe ottima! Sarebbe, appunto. E la risposta è nell'ultimo punto...
Mercato saturo e praticamente solo 3 compagnie...mmm....