mercoledì 12 marzo 2008

Ritorno

Non vorrei che questo blog diventasse troppo calcistico, ma è già tanto se diventa qualcosa (qualsiasi cosa), così aderisco volentieri all'invito di mazzo (forum di Catersport) di commentare il match di ieri sera.
Prima di tutto vorrei dire che voglio bene a Cambiasso. Il Cuchu mi piace come gioca, come lotta, come parla e ce l'ho pure al fantacalcio. Il suo arrivo ha invertito la rotta dell'arrivo di pippe costosissime. Oggi su Repubblica (o sulla Gazza?) hanno scritto che ha parlato "da dirigente" a proposito di Mancini ed è quello che ho pensato anche io vedendolo in diretta. Ma mi è piaciuto ancora di più quando, subito dopo, non ha abboccato alla polemica e ha risposto che è inutile parlare degli arbitri quando perdi due volte.
Del capitano è già stato detto tutto: grande anche ieri e poi assieme a Julio Cesar e a Vargas (Catania) mi ha fatto fare 6 punti di modificatore difesa al fantacalcio, che altro dire? Il gol alla Roma... ok, basta!
Certo l'Inter ha avuto anche sfortuna: direi soprattutto per l'infortunio a Cordoba all'andata sullo 0-0 (e proprio nel reparto dove si era rotto già Samuel e dove c'era stato l'espulso), per aver resistito in dieci solo per il 95% del tempo e non il 100% all'andata, per il tiro di Gerrard che passa in una selva di gambe si appoggia sul palo e va dentro al 90', per le due-tre occasioni d'oro ciccate ieri.
Certo l'Inter ha avuto qualche fischio contro di troppo: ad esempio nella prima ammonizione di Materazzi, Torres si sgambetta palesemente da solo.
Certo, certo... ma l'Inter meritava di uscire anche solo per i 30 inguardabili minuti dell'andata in cui non è mai riuscita a superare la metà campo (in undici contro undici).
C'erano due uomini in palese difficoltà nelle ultime giornate: Vieira e Stankovic. Si poteva tranquillamente evitare di schierarli. Vieira certamente, e forse anche Stankovic. Erano loro a preoccuparmi di più e la performance è stata in linea con le attese. Facile dirlo ora ma io avrei messo Jimenez e tenuto Stankovic (o Pelé) più indietro.
Che manchi il killer-instict a Ibra è l'ultima cosa che diresti guardandolo in faccia e invece nelle partite importanti non lo trova quasi mai (esclusa forse la partita contro l'Italia agli Europei 2004, mannaggia!).
Burdisso è stato imperdonabile come Materazzi all'andata.
Eppure nonostante queste difficoltà, un terreno che faceva scivolare tutti, la sfortuna di occasioni mancate di pochissimo, per un attimo dopo la espulsione di Burdisso ho pensato: "Finisce 0-0 però con il pubblico in piedi ad applaudire la prova d'orgoglio". Invece hanno preso il gol, si sono smollati ed è finita che il pubblico ha fischiato i peggiori. Costava tanto applaudire lo stesso almeno per l'impegno e magari anche un po' per sorprendermi?
Mancini? Non lo so, davvero non lo so. Io per gli allenatori dell'Inter da tempo la penso così: prendete uno dei primi venti allenatori d'Europa a caso, dategli in mano la squadra e lasciatelo lavorare per almeno tre anni senza rompergli i maroni. Finalmente con Mancini si è fatto questo. Bisogna ammettere che, finalmente, da quando c'è Mancini l'Inter non si fa quasi mai schiacciare dagli avversari. Qualche volta gioca peggio degli avversari, ma di farsi schiacciare quest'anno le è successo solo a Istanbul e a Liverpool.
Per ora basta così. Anzi, no: è stata una grandissima Roma a Madrid.

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Rileggendo il tuo "editoriale" quasi quasi risimpatizzo con l'inter... quell'inter tanto simpatica e perdente di qualche anno fa... mentre sti milanisti che sono a 2000 punti di distacco e che ho visto disperati al caterstadio... un po' mi/ci hanno rotto
Forza Roma, se non fosse per i tifosi, che accoltellano ogni tifoso che arriva nella città eterna, sarebbe la squadra perfetta... proprio come il "mio" napoli... dove qualcuno confonde il calore con l'idizia di una mentalità malata.


Davidin.

ps. ma dai i tuoi post sono sempre carini da leggere.

Anonimo ha detto...

sul fatto che l'inter abbia meritato di uscire nn so...cioè a liverpool abbiamo fatto si 30 minuti da incubo dove nn passavamo la metà campo...ma a San Siro non c'è stata storia eh...li abbiamo proprio annulati...e se nn fosse stato x quel tiro di torres (deve ringraziare di cuore il difensore che lo marcava a 200 m) forse sarebbe stato diverso...x quanto riguarda ibra e julio...cazzo da mangiarsi mani e piedi...

matteo

mazzo ha detto...

mi piace stuzzicarti Marco... già che ci sono ti faccio gli auguri per i tuoi 45 anni(domani non riesco, sono impegnato ad organizzare la festa di compleanno per il mio cucciolo..2 anni) . certo da piccolino portavi fortuna all'inter. nel giro di 2 anni dalla tua nascita a milano sono arrivate 3 coppe campioni (ben 2 in sponda nerazzurra). poi hai passato il resto della vita a veder capitani rossoneri alzar coppe.il mio augurio è che prima della pensione (se non sbaglio hai ancora un bel 15 anni minimo di lavoro) tu possa vedere la beneamata vincere qualcosa che abbia senso,qualcosa di prestigioso, e non la solita beneamata "cippa".e ora in alto i calici: buon compleanno compagno Ardemagni.

Anonimo ha detto...

è il tuo compleanno???...auguri allora....xkè è un bravo "ragazzo", xkè è un bravo "ragazzo" xkè è un bravo "ragazzo", nessuno lo può negar...

matteo

Anonimo ha detto...

Ciao Marco,

Sono Ldp del forum di Catersport...

Ne apporfitto per farti gli auguri per il tuo compleanno, visto che siamo qua! :D

Anonimo ha detto...

Bell'analisi, unica osservazione: Mancini tra i 20 migliori allenatori d'Europa?

Opinioni... E comunque magari potresti farci fare qualche risata in più qui invece di smaronare con i racconti della tua vita in trasmissione ( che comunque sono una delle ragioni della mia esistenza )

Saluti dal forum e soprattutto buon compleanno, Marco.

3

Marco Ardemagni ha detto...

grazie a tutti per auguri e considerazioni!