sabato 20 settembre 2008

Le parole però

Ci sono parole che fanno ridere da sole. Begonia è sicuramente una di queste. Da anni mi pongo l'obiettivo di stilarne l'elenco ma, dimenticandomi di trascriverle, tutte le volte che mi ci sono provato, mi sono fermato quasi sempre alla sola Begonia.
Però stamattina Mag, di Maglobe, mi segnala che anche Rogito ha una sua insita propensione a suscitare ilarità. E in effetti... E allora cerchiamo di trovarne un po' di queste parole, senza affastellarle, però. Per lasciarci ipnotizzare da loro fino alle convulsioni dobbiamo rimanere da soli con ognuna di loro, per qualche tempo, senza pensare alle altre.
Rimaniamo in ambito legale: Peculato. Mica male, no?
Ora Abigeato. Funziona? No?
Allora proviamo con Usucapione.
Se non fa presa l'ambito legale concentriamoci su Capriola.
Bene. Ci sono poi tutta una serie di parole che utilizzano suffissi strani tipo Pozzanghera. Ok c'è una piccola pozza d'acqua, ma perché non si chiama pozzetta o pozzina? Quell'-anghera non fa ridere immediatamente? Un mio amico ci ha fatto anche un blog non da ridere, però.
E che dire di Paciugo? Chi non ride con Paciugo non ride con nulla.
C'è poi una parola triste che fa molto ridere ed è Mogio. E anche qui è tutto merito di quell' - ogio finale.
Anche il finale -gna è ricco. Chiudo gli occhi e resto solo con Sugna, con Prugna, con Magagna o, perché no?, con Fregna.

Ci sono poi le parole che non significano nulla se non sono inserite in locuzioni: Iosa, Bizzeffe. Iosa non fa ridere, ma Bizzeffe... mamma mia!
Che poi come ce le immaginiamo le Bizzeffe? E la Iosa? Per me le Bizzeffe sono come delle erbacce con delle piccole spighe sparse in un campo sterminato. La Iosa invece, che comunque non fa ridere, per me è una specie di bisaccia in cuoio. Ah beh, Bisaccia, che ghignate, la Bisaccia.
E Ghignare, non fa ridere anche lei? Più che l'infinito fa ridere la terza persona singolare dell'indicativo presente: Ghigna, Lui Ghigna. Mmmm, pensavo meglio.
E il Dimenticatoio, che pure non fa ridere, come ce lo immaginiamo? Quando qualcosa va "nel Dimenticatoio", questo dimenticatoio com'è? Certamente in legno, una specie di leggio con un cassetto dotato di una fessura, dove entrano dei fogli per non uscirne più. Questo per dire un'altra parola che non ha un corrispettivo reale, come Iosa e Bizzeffe. Però Dimenticatoio non fa ridere. Cacciucco fa ridere.

E poi l'insospettabile: Dentifricio. Amici, con Dentifricio sono risate vere, devo anche dirvi perché?

10 commenti:

Pozzangehra ha detto...

Io diffiderei delle pozzanghere come luogo ridanciano, vi si commettono infatti le peggiori pozzangherie.
RIDANCIANO fa un po’ ridere, no?
Ma mai come SCODELLA. Scodella è la fine del mondo, ma non quando vuol dire “lui mette al centro un pallone ficcante per gli attaccanti”.
FICCANTE, vabbè, troppo facile. Però avete riso.
GHIRIGORI mette di buon umore, rilassa. Non è come far ridere, ma mettersi a pensare a cosa c’entrino i ghiri con gli SCARABOCCHI non è il peggio della vita.
CUMULO
PANNOLINO
PANNOCCHIA
SPOCCHIA
CITRULLO
SBERLA
La parola più corta e nel contempo spiritosa è TU.
Ci sono dei pezzi di Albanese in cui dice semplicemente “e tu?” in cui muoio dal ridere. Certo, bravo Albanese, ma se al posto di tu dicesse “io” – la parola che spesso… altro che ridere… - non sarebbe la stessa cosa.
Buon lavoro a chi si CIMENTERÀ qui sotto dopo di me e cari saluti al titolare.

Pozzanghera

elena ha detto...

Io potrei ridere un giorno intero solo al pensiero della parola POLPETTA (anni che mi chiedo perchè non si chiami polpina o altro)...e poi GONGOLARE (mi fa pensare ad uno con il naso bagnato, non c'entra niente ma è così) e quindi MOCCOLO...SPAZZOLONE e RASSODANTE...GENGIVE e GOMMOSO (l'unione dei due termini -gengive gommose- è sorprendente)...ma il massimo per me è BISCOTTO (i biscotti sono cotti due volte o no?).
Posso aprire la sezione delle parole più antipatiche? Io ad esempio non ho mai sopportato la parola MUCCHIO ma non il suo significato...sentirla pronunciare comunque mi fa prudere le mani!
PRURITO? Esilarante.

Diego ha detto...

Vogliamo parlare di RICETTACOLO?

mazzo ha detto...

faccio l'assicuratore. ogni volta che dico FRANCHIGIA mi vien da ridere

Franti ha detto...

Canapè

ligeia ha detto...

Senza dubbio alcuno indico BERGAMOTTO.

Cortez ha detto...

Immensamente CHIURLO.

MAG ha detto...

Pastrocchio
Sonnambulo
Frittata
Bambagia
Ciuccio
Gambaletto

marcella ha detto...

che delizia questo post!

Marco ha detto...

E che dire del FAGOTTO, con i relativi derivati come inFAGOTTato e controFAGOTTO?

E PSICOPOMPO? Voi vi fareste accompagnare nell'aldilà da un coso con un nome simile? A me verrebbe da ridergli in faccia...